Alitalia si unisce al Gruppo Air France-KLM e a Delta Air Lines nella principale joint venture transatlantica del trasporto aereo

Alitalia, la principale compagnia aerea italiana, si è unita al Gruppo Air France-KLM e a Delta Air Lines quale membro della principale joint venture transatlantica del trasporto aereo. Lanciata nel 2009, la joint venture mette a disposizione dei clienti in viaggio attraverso l’Atlantico un network unico e coordinato e consente alle compagnie partner la condivisione di costi e ricavi delle proprie rotte transatlantiche.

image Grazie alla joint venture tra le quattro compagnie, i passeggeri hanno oggi un accesso privilegiato al più grande network transatlantico al mondo, con quasi 250 voli e 55.000 posti offerti al giorno e che oggi comprendono 20 voli giornalieri tra 5 scali negli Stati Uniti e gli aeroporti di Roma Fiumicino e di Milano Malpensa. Con l’aggiunta di Alitalia, la joint venture esprime il 26% circa dell’intera capacità transatlantica, con ricavi annui stimati per oltre 10 mld. di dollari. Roma si unisce così ad Amsterdam, Atlanta, Detroit, Minneapolis, New York-JFK e Paris-CDG quale hub principale della joint venture, con ulteriori collegamenti transatlantici da Cincinnati, Milano Malpensa, Memphis e Salt Lake City.

Dovunque i diritti di traffico lo consentono, le compagnie offrono collegamenti in codeshare tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea, e in molti casi oltre, dando vita a un unico network con collegamenti tra scali europei e statunitensi perfettamente integrati tra le quattro aerolinee. “La giornata di oggi segna una tappa importante del piano di sviluppo di Alitalia” ha dichiarato Rocco Sabelli, CEO di Alitalia.

“Il traffico transatlantico rappresenta il più strategico e competitivo dei mercati. Siamo fieri di essere partner delle compagnie aeree leader al mondo nella joint venture a cui l’intera industria guarda come a un modello di riferimento. Questo risultato premia il valore dei risultati finora conseguiti da Alitalia e genera ulteriori opportunità per la nostra crescita industriale e commerciale”.

“La joint venture transatlantica si è rafforzata con l’arrivo di Alitalia, che le apporta il mercato italiano, il terzo in Europa, dandole inoltre accesso all’hub di Roma Fiumicino” ha dichiarato Pierre-Henri Gourgeon, CEO di Air France-KLM. “La compagnia italiana, membro di SkyTeam, è un partner strategico di Air france-KLM, con cui già ha accordi di joint venture sui suoi collegamenti Italia-Francia e Italia-Olanda.

E’ pertanto naturale che questa partnership di successo continui con la partecipazione di Alitalia alla joint venture transatlantica”. “L’aggiunta di Alitalia è un passo importante per la joint venture e rafforzerà la posizione degli altri partner sull’importante mercato italiano” ha dichiarato Peter Hartman, Presidente e CEO di KLM.

La cooperazione tra Air France, KLM e Delta ha preso avvio nel 1997, quando KLM ha sottoscritto un accordo di joint venture con Northwest Airlines. Delta, fusasi con Northwest nel 2008, ha sottoscritto un proprio accordo di joint venture con Air France nel 2007, a seguito di 8 anni di cooperazione nelle attività transatlantiche. Nel 2009, entrambe le joint venture sono state unificate, a seguito delle fusioni Delta-Northwest e Air France-KLM. L’alleanza, che gode della “Trans-Atlantic antitrust immunity” riconosciuta dai governi americano ed europei, ha già prodotto numerosi benefici per i consumatori: sono state lanciate dozzine di nuove rotte tra le quali il primo collegamento Delta tra Atlanta e Londra-Heathrow e il volo Minneapolis-St.Paul e New York-JFK.

Via: Alitalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi