Un appuntamento al buio, fuori dalla Terra!

Rosetta non sa ancora a cosa Lutetia assomiglia da vicino ma i due si incontreranno il 10 luglio.
Rosetta incontrerà Lutetia in una notte di Sabato, dopo aver preso contatto alla fine di maggio in modo da prepararsi al meglio per il grande evento.

La sonda sarà raggiante e immediatamente invierà i dati a Terra. Rosetta ha già passato un periodo insieme all’asteroide Steins nel 2008… poi come tutte le cose belle anche questo incontro è terminato, era la volta di incontrare Lutetia.

Artist’s impression of Rosetta as it flies by asteroid SteinsAnche se recenti immagini ad alta risoluzione hanno dato un’idea della forma complessiva di Lutetia, non abbiamo idea di che cosa assomiglia in dettaglio. Rosetta ce lo dirà. Lutetia è di circa 95 km di diametro, ma questo è leggermente ellittico. Recenti stime indicano 134 km, con un allungamento pronunciato.

Lutetia è piuttosto grande. Gli scienziati planetari credono che sia un asteroide primitivo lasciato sullo scaffale per miliardi di anni, un pianeta mancato.

Comet rendezvous

Tuttavia, alcune misurazioni suggeriscono che Lutetia è una ‘M-type’, il che potrebbe significare che ci sono i metalli sulla sua superficie. "Se è un asteroide metallico abbiamo trovato un vero vincitore", dice Rita Schulz, ESA Rosetta Project Scientist.

Questo perché, anche se asteroidi metallici esistono, si pensa siano frammenti del nucleo metallico dei più grandi asteroidi che da allora sono stato frantumati in pezzi. Se Lutetia è fatta di metallo o contiene anche grandi quantità di metallo, il dottor Schulz afferma che il tradizionale schema di classificazione degli asteroidi dovrà essere rivisto.

L’incontro galante durerà 36 ore ; Rosetta sarà in contatto quasi continuo con il suolo. Le interruzioni verranno a causa della rotazione della Terra e gli ingegneri devono passare da una stazione di monitoraggio ad un altro.

"Lo scheletro dell’operazione è a posto e abbiamo la possibilità di aggiornare i nostri piani, in qualsiasi momento", afferma Andrea Accomazzo, ESA Rosetta Spacecraft Operations Manager.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi