Ciampino: un rumore insopportabile

757 Nei giorni scorsi abbiamo appreso dalla stampa che l’aeroporto di Ciampino “è ormai è fra i primi scali vip d’Italia”.

Siamo convinti che, come noi, la maggior parte degli abitanti di Ciampino, Santa Maria delle Mole e del X Municipio di Roma non stiano più nella pelle dalla gioia di sapere che, oltre ai continui decolli e atterraggi di voli low-cost, svolazzano sopra le loro teste anche alcuni selezionati VIP dotati di aerei privati o aziendali.

Siamo spiacenti per questi signori che disprezzano tanto i voli low cost e, che apprezzano tanto la comodità di un aeroporto sotto casa, ma dobbiamo ricordare a tutti che anche i loro graziosi apparecchi vanno a intensificare i livelli di rumore che già ora sono insostenibili anche senza il loro contributo (oltre a tutto, trattandosi di voli “non slottati”, cioè non previsti, non rientrano nel limite dei 100 movimenti al giorno e incidono anche sui livelli di sicurezza).

E’ singolare che in questa occasione neanche una parola sia stata spesa per ricordare che gli abitanti di queste zone, funestate dal rumore continuo di oltre 200 voli giornalieri, vedono ogni giorno messa a grave rischio la loro salute.

Infatti lo studio SERA (svolto dai servizi epidemiologici regionali) sugli effetti del rumore aeroportuale ha scoperto percentuali altissime di ipertensione, disturbi respiratori e malattie cardiovascolari, che colpiscono i cittadini più esposti (almeno 14.000 residenti).

Inoltre, con uno studio ufficiale di ARPA LAZIO, il Cristal, è stato stabilito che per restare entro i livelli di rumore ammessi dalla legge i voli dovrebbero essere ridotti a NON OLTRE 60 MOVIMENTI al giorno (fra atterraggi e decolli).

Quindi, qualunque uso si voglia fare di questo Aeroporto (che in teoria risulterebbe ancora militare), si devono rispettare le norme di legge.

Oltre 500 esposti presentati dai cittadini alla Magistratura per chiedere giustizia e il rispetto delle leggi, attestano che la misura è colma. Chiediamo che la CONFERENZA DEI SERVIZI sull’aeroporto di Ciampino, che si riunirà il prossimo 1° luglio adotti, nel rigoroso rispetto delle leggi esistenti, i provvedimenti opportuni per riportare l’attività dell’aeroporto di Ciampino nei limiti di legge.

Chiediamo che ARPA LAZIO, come previsto dalla legge, continui a svolgere un sistematico monitoraggio sul rumore aeroportuale a tutela dei cittadini e a garanzia del rispetto delle norme.

E infine vorremmo chiedere alla stampa, anche quando racconta del frivolo mondo di chi vola assaporando caviale e champagne, di ricordarsi che anche se sorvolati da queste ali dorate, i cittadini subiscono un inquinamento fuori dalle norme di legge e si ammalano.

www.comitatoaeroportociampino.it

One Response to Ciampino: un rumore insopportabile

  1. Massimo scrive:

    In realtà la misura è colma per le compagnie aeree che vorrebbero sviluppare un maggior traffico intorno all’aeroporto di Ciampino ed è colma anche per i passeggeri che risiedono intorno a quell’area, ai quali risulta molto più comodo e agevole raggiungere Ciampino piuttosto che Fiumicino. Vorrei ricordare ai suddetti signori appartenenti al comitato che l’aeroporto di Ciampino è sorto in origine in aperta campagna e che poi una folle espansione immobiliare e reiterati abusi edilizi hanno portato alla costruzione di palazzine sin bordo pista, perciò perchè lamentarsi? Chi è causa del suo mal pianga a sè stesso… Considerato che l’aeroporto di Viterbo non interessa a nessuno e non si farà mai, auspico un aumento progressivo degli slot assegnati alle compagnie aeree, auguro lunga vita all’aeroporto di Ciampino, il vero aeroporto di Roma il cui settore “civile” è tra l’altro è locato all’interno del comune di Roma e quindi fuori dalla competenza dei ciampinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi