Riaprono gli scali in Nord Italia

PhotoSono riaperti gli scali aerei del Nord Italia chiusi alle 8 di oggi a causa della nube vulcanica proveniente dall’Islanda.

Lo ha annunciato con un comunicato l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile. "A seguito dell’evolversi della situazione della nube determinata dall’eruzione vulcano islandese Eyjafjallajökull, (l’Enac) ha disposto la riapertura dello spazio aereo del Nord Italia, e degli aeroporti che erano stati chiusi, a partire dalle 14:00 ora italiana di oggi", dice il comunicato.

Il blocco dei voli, iniziato alle 8, non riguardava gli aeroporti di Venezia, Trieste e Rimini. L’Enac ha avvertito che comunque continuerà "il monitoraggio dello spostamento e dell’evoluzione della nube in coordinamento con le autorità aeronautiche comunitarie".

Intanto, in Spagna hanno riaperto gli scali bloccati ieri. In Portogallo l’aeroporto della seconda città del Paese, Porto, ha riaperto alle 12.

L’Autorità francese per l’aviazione civile ha invece cancellato una trentina di voli da Parigi all’Europa meridionale. L’Irlanda prevede di imporre limitazioni al trafficio negli aeroporti occidentali nel corso della giornata. Eurocontrol, l’agenzia europea del controllo aereo, ha reso noto comunque che l’area interessata dalla nube di ceneri si sta restringendo, e che la maggior parte degli aeroporti chiusi riapriranno in giornata.

L’agenzia prevede per l’intera giornata una riduzione di circa 500 voli, e dice che i voli intercontinentali saranno costretti a cambiare le rotte, ma che non subiranno cancellazioni significative.

Fonte: REUTERS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi