ENAC conferma la legittimità delle sanzioni a Ryanair

Ryanair_big Con riferimento a quanto comunicato da Ryanair, l’ENAC conferma integralmente la legittimità dei provvedimenti sanzionatori per un totale di 3 milioni di Euro, disposti dall’Ente nei confronti del vettore irlandese, per 178 casi di omessa assistenza ai passeggeri, ex art. 9 Regolamento (CE) N. 261/2004 sui diritti minimi garantiti in caso di cancellazione del volo.

La stessa Ryanair, nel suo comunicato, riconosce di aver violato la legge comunitaria, ammettendo di aver chiesto ai suoi passeggeri rimasti a terra privi di assistenza, di anticipare le spese di ospitalità alberghiera: questa procedura è assolutamente contraria al Regolamento (CE) N. 261/2004 – pubblicato sullo stesso sito web della compagnia – che obbliga il vettore a fornire assistenza ai suoi clienti, senza richiedere loro alcuna anticipazione di spese.

L’Enac riconferma, invece, che la quasi totalità delle altre compagnie aeree risultano aver prestato l’assistenza dovuta per legge, contribuendo a limitare i disagi per le migliaia di passeggeri bloccati negli scali italiani.

L’Enac, pertanto, respinge totalmente le pretestuose affermazioni di Ryanair, riaffermando invece la propria assoluta imparzialità e non discriminazione nel giudicare e sanzionare i disservizi accertati che il vettore, se riterrà, potrà impugnare nei modi previsti dalla legge.

Comunicato ENAC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi