Due draghi sul delta del Mississippi

L’immagine a sinistra è stata “scattata” dal satellite COSMO-1 del sistema COSMO-SkyMed la mattina del 29 aprile. Sembra riprodurre due enormi draghi che si fronteggiano sul delta del Mississippi, nel golfo del Messico. Ma mentre uno è immobile, l’altro, quello più scuro, si muove lambendo minacciosamente le coste della Louisiana. E’ la gigantesca macchia di petrolio originatasi dall’incidente alla piattaforma Deepwater Horizon della British Petroleum, un disastro ecologico probabilmente ancora più grave di quello provocato dalla superpetroliera Exxon Valdez naufragata al largo dell’Alaska il 24 marzo del 1989.

COSMO SkyMed, il sistema satellitare italiano di osservazione della Terra, è stato subito attivato e continuerà a monitorare la situazione” assicura Alessandro Coletta, mission manager ASI di COSMO. L’immagine dà un’idea abbastanza eloquente dell’incredibile estensione della perdita di greggio. “Questa è la seconda – spiega Coletta – e come quella scattata il 28 aprile sempre da COSMO-1, è stata effettuata in modalità Scansar-Wide con una ampiezza di 100 km (100 km Swoth) e una risoluzione di 30 metri”.

Comunicato ASI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi