Aeroporto Viterbo: si farà!

aeroporto Si continua a mistificare la verità sullo scalo viterbese: questa volta a sparare a zero sull’aeroporto della Tuscia è Ugo Sposetti.

Il parlamentare viterbese senza nemmeno informarsi, dal suo amico Fabrizio Palenzona – presidente di ADR- sullo stato dell’arte dello scalo della Tuscia, asserisce che mancando il master plan dello scalo, l’aeroporto di Viterbo sarebbe una mera chimera per il nostro territorio.

Nulla di più falso: la società ADR, infatti, in qualità di responsabile della fase progettuale del nostro scalo, ha da qualche giorno presentato il master plan all’Ente Nazionale Aviazione Civile; l’Ente sta già procedendo con la fase istruttoria per le relative osservazioni. Dopodichè toccherà agli enti locali fare le proprie osservazioni di natura urbanistica e ambientale.

Inoltre sulla base del suddetto master plan si sta redigendo la Valutazione di Impatto Ambientale, dove Comune e Provincia saranno chiamate, già dalla prossima settimana, a sottoscrivere la convenzione con ENAC per quanto di relativa competenza.

Caro Sposetti, sulle cose serie, la prossima volta sarà sufficiente una telefonata, anche senza scomodare il Presidente di ADR, per avere informazioni fresche di giornata.

L’assessore all’aeroporto

Giovanni Bartoletti

One Response to Aeroporto Viterbo: si farà!

  1. Carlo Galiotto scrive:

    AdR si dovrebbe ricondurre ad un piano regionale degli aeroporti che segua una logica di rispetto ambientale ed economico, e non giá una vorace demagogia speculativa:

    Riduzione dell’attivitá aerea di Ciampino e del conseguente forte impatto urbanistico ed ecologico mediante il trasferimento delle attivitá “LOW COST” presso lo scalo di Fiumicino, nella logica di sviluppo possibile e compatibile del principale scalo italiano.

    Incongruenza del progetto aeroportuale di Viterbo, erroneamente sostenuto a livello locale nonostante i gravissimi effetti sulla salute, il pessimo impatto urbanistico ed ambientale e la assurda demolizione di siti archeologici rilevanti, compresa la distruzione delle terme romane e delle originali vasche termali d’epoca imperiale

    Adozione di adeguate misure di tutela del territorio, ecologiche, archeologiche, paesaggistiche e della qualitá della vita per i Comuni circostanti gli aeroporti citati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi