Per Pilatus la crisi non è ancora finita

image Pilatus dice che gli ordini presi per il 2010 continuano ad essere "lenti": la crisi è tutt’altro che finita.

"Non abbiamo ancora visto la fine della crisi economica e finanziaria mondiale," "ora dobbiamo concentrare la nostra attenzione sulle vendite di sicurezza del PC12NG quest’anno e il prossimo".

La recessione ha portato a perdere 72 ordini netti, su un apporto di 21 ordini. La società ha espresso un record di 100 PC-12, tutti nella configurazione NG. La maggior parte delle consegne è andato nel Nord America, con 46 unità per i clienti degli Stati Uniti, undici in Canada, e tre in Messico. L’azienda ha inoltre venduto i PC-6, ma l’anno scorso ha subito una pausa nelle consegne.

Tuttavia, l’anno scorso le vendite sono rimaste forti, con 105 velivoli consegnati ai clienti e 620 milioni di franchi svizzeri (580 milioni dollari) prenotati. I 21 ordini dagli Emirati Arabi Uniti, messi in novembre, non era solo il più grande nella storia della società, ma permettono anche a Pilatus di concentrarsi sulla riassunzione e l’abolizione delle restrizioni sul lavoro a tempo per i suoi dipendenti. La società prevede di assumere 100 persone quest’anno.

Via: Aviation Week

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi