Mattoni della vita su un asteroide tra Marte e Giove

asteroide killer Scoperti sulla superficie di un asteroide ghiaccio d’acqua e composti organici, "mattoni della vita". Lo afferma Nature con una teoria che rafforza l’ipotesi che gli asteroidi potrebbero aver portato acqua e materiali organici anche sulla Terra.

Insomma, asteroidi come “panspermici”. L’asteroide è stato trovato tra Marte e Giove mentre la scoperta è da attribuire ad uno studio coordinato da Andrew Rivkin della università Johns Hopkins e da Humberto Campins della università della Florida Centrale.

Questa è la prima volta che su un asteroide si ha un’evidenza diretta della presenza di acqua, anche se allo stato ghiacciato. Il risultato è stato ottenute grazie alle osservazioni condotte con gli strumenti a infrarossi del telescopio della Nasa sul picco Mauna Kea, nelle Hawaii: questi hanno individuato una pellicola di ghiaccio che avvolge tutto l’asteroide, miscelata con lunghe e complesse catene di materiale carbonaceo. Intrappolate nei meteoriti, queste molecole, "potrebbero essere cadute sulla Terra dando un calcio d’inizio allo sviluppo della vita", ha osservato uno degli autori, Joshua Emery della università Johns Hopkins.

Via: ANSA

One Response to Mattoni della vita su un asteroide tra Marte e Giove

  1. Bernardi Edgardo scrive:

    Sembra che si siano trovati i mattoni della vita, però manca sempre il Muratore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi