La macchia nera vista dallo spazio

Queste immagini Envisat dell’ESA catturano l’olio che si sta riversando nel Golfo del Messico dopo che un impianto di perforazione è esploso e affondato al largo delle coste della Louisiana il 22 aprile.
Nella immagine radar la marea nera è visibile come un vortice grigio scuro in basso a destra, mentre in l’immagine ottica viene vista come un vortice bianco. Il Delta del Mississippi è in alto a sinistra, e il Delta del National Wildlife Refuge si estende nel Golfo.

image 

La US Coast Guard, la National Oceanic e la Atmospheric Administration con sede a Londra, BP e gli esperti dell’industria petrolifera stanno tentando di arginare la perdita e impedire di raggiungere la costa del Golfo e il fragile ecosistema.

L’US Geological Survey, a nome della Guardia Costiera statunitense, ha chiesto mappe satellitari della zona. La Carta è una collaborazione internazionale, iniziata dall’ESA e dall’agenzia spaziale francese CNES.

Envisat ha acquisito queste immagini dal suo Advanced Synthetic Aperture Radar (bianco e nero) e Medium Resolution Imaging Spectrometer il 26 aprile alle 15:58 UTC e il 25 aprile alle 16:28 UTC.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi