Hubble celebra 20 anni di stupore e di scoperta

Lo spazio celebra Hubble e i suoi 20 anni di attività questo fine settimana. Il 24 aprile 1990, lo Space Shuttle e il suo equipaggio rilasciarono il NASA / ESA Hubble Space Telescope in orbita terrestre. Quello che seguì è una delle saghe più notevoli dell’era spaziale.
Hubble è uno dei più potenti strumenti che la scienza abbia mai concepito, e certamente il più famoso al pubblico. Le scoperte di Hubble hanno rivoluzionato quasi tutti i settori dell’astronomia, dalla scienza planetaria alla cosmologia. E le sue immagini sono senza dubbio fuori dal mondo.

A volte Hubble ha lavorato come in una soap opera: con attrezzature rotte, uno specchio primario con gli occhi annebbiati e anche una navetta spaziale di salvataggio / cancellazione della missione in riparazione. Ma l’inventiva e la dedizione degli scienziati su Hubble hanno permesso all’osservatorio di continuare a vivere. La sua visione nitida continua a sfidare gli scienziati con entusiasmanti nuove sorprese e di incantare il pubblico con le più suggestive immagini a colori di sempre.

NASA, ESA e la Space Telescope Science Institute (STScI) celebrano il viaggio di Hubble con una nuova immagine mozzafiato. La nuovissima immagine mette in luce una piccola parte di una delle più grandi regioni nella galassia, la Carina Nebula. La scena ricorda quella del 1995, ma è ancor più evidente.

L’image coglie la parte superiore di una colonna di gas e polvere, alta tre anni-luce, che viene mangiata dalla luce brillante delle vicine stelle luminose.

Ad oggi Hubble ha esaminato più di 30 000 obiettivi celesti e accumulato oltre mezzo milione di immagini nel suo archivio. L’ultima missione di manutenzione di Hubble risale al maggio 2009.

Comunicato ESA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi