Daily Archives: 8 aprile 2010

Hong Kong Airlines ordina sei A330-200

La società lancerà voli a lungo raggio verso l’Europa

image Hong Kong Airlines ha finalizzato un ordine con Airbus per sei A330-200. Questo contratto conferma un memorandum di accordo annunciato all’inizio di quest’anno al Singapore Airshow. "Con i suoi costi di gestione bassi e comfort per i passeggeri superiori, l’A330-200 è ideale per sviluppare il nostro business nei mercati a lungo raggio," ha detto Yang Jian Hong, presidente di Hong Kong Airlines. "Siamo ansiosi di fornire servizi eccellenti ai nostri passeggeri su queste rotte."

"Questo ordine da Hong Kong Airlines è un voto di ulteriore fiducia per l’A330 jumbo jet", da parte sua, ha dichiarato John Leahy, Chief Operating Officer clienti, Airbus. "Grazie alla presenza del A330-200 nella sua flotta, la società sarà ben posizionata per sviluppare redditizie rotte a lungo raggio".
Fondata nel 2006, Hong Kong Airlines ha attualmente una rete di voli di linea che serve le destinazioni in Cina e in Asia da Hong Kong. Oltre alla sua A330, la società ha anche 30 A320 a corridoio singolo in ordine fermo, disponibili in futuro.
L’A330 è un widebody molto sfruttato nel mondo di oggi. Ad oggi, Airbus ha più di 1 000 ordini fermi per le diverse versioni di questo dispositivo. Più di 650 A330 sono già stati consegnati e sono in servizio con oltre 80 operatori in tutto il mondo.

Comunicato Airbus

Oggi il lancio di Cryosat in diretta sul sito dell’ESA

image Oggi alle 15:57 il satellite dell’ESA Cryosat verrà messo in orbita a 717 km sopra la terra dal razzo russo Dnepr. Il lancio avverrà dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. Il sito dell’ESA dedicato a Cryosat trasmetterà il lancio in diretta.
Circa 16 minuti dopo il lancio, il satellite si separerà e pochi secondi dopo il trasmettitore di bordo comincerà a mandare segnali a terra. L’acquisizione del segnale sarà fatta dalla stazione di terra di Malindi in Kenya. 

Comunicato ESA

Per Pilatus la crisi non è ancora finita

image Pilatus dice che gli ordini presi per il 2010 continuano ad essere "lenti": la crisi è tutt’altro che finita.

"Non abbiamo ancora visto la fine della crisi economica e finanziaria mondiale," "ora dobbiamo concentrare la nostra attenzione sulle vendite di sicurezza del PC12NG quest’anno e il prossimo".

La recessione ha portato a perdere 72 ordini netti, su un apporto di 21 ordini. La società ha espresso un record di 100 PC-12, tutti nella configurazione NG. La maggior parte delle consegne è andato nel Nord America, con 46 unità per i clienti degli Stati Uniti, undici in Canada, e tre in Messico. L’azienda ha inoltre venduto i PC-6, ma l’anno scorso ha subito una pausa nelle consegne.

L’Apache entra nel vivo

AgustaWestland, una società Finmeccanica, è lieta di annunciare che l’Apache Integrated Operational Support (IOS) è ora pienamente operativo solo sei mesi dopo l’aggiudicazione di un appalto e 12 mesi prima di quanto originariamente previsto. Graham Cole, Managing Director, AgustaWestland ha dichiarato: "Siamo felici che il Programma integrato di sostegno operativo è ormai andato “live”. Al Ministero della Difesa di Apache Project Team, alla squadra di IOS AgustaWestland e ai nostri partner industriali – Boeing, Lockheed Martin e Longbow International vanno tutte le nostre congratulazioni per questo traguardo impegnativo".

Comunicato AgustaWestland

Solar Impulse al primo volo a 4.000 piedi

image L’aereo ad energia solare, il Solar Impulse, che mira a volare intorno al mondo nel 2012, ha volato con successo Mercoledì in Svizzera con il pilota collaudatore Markus Scherdel ad una altitudine di 1.200 metri (3.937 piedi) in un volo di prova. L’aereo precedentemente aveva volato per 350 metri a circa un metro al di sopra del terreno. Il 7 aprile il velivolo rimase in volo per quasi 1,5 ore spinto da 4 motori elettrici alimentati (questa volta) da batterie. I motori generano una potenza massima di 10 CV. L’aereo ha lasciato il terreno a circa 28 nodi, è salito in quota ed ha eseguito le manovre di base. Scherdel ha detto che il velivolo "si comportava proprio come il simulatore di volo" e "la controllabilità del velivolo corrisponde alle nostre aspettative." Il progetto prevede di vedere il suo primo volo giorno-notte questa estate e spera che il volo durerà 36 ore grazie al solare e alle batterie. Ci saranno ulteriori test, prima.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi