C’è bisogno di elicotteri più veloci

L’esercito americano necessita di elicotteri più rapidi e con maggiore autonomia per completare le proprie missioni. Volano da Bagram i MH-6 Little Bird, i MH-60 Black Hawk e i MH-47 Chinook, che trasportano truppe a 2 hr. dagli obiettivi. “Stiamo cercando di andare più lontano e più velocemente e portare più roba”, ha detto Hutmacher, U.S. Army 160th Special Operations Aviation Regiment.

La velocità massima di crociera per gli elicotteri militari è di solito 150-160 kt. L’aeromobile ad ala rotante che supera le velocità degli elicotteri è il convertiplano V-22 Osprey, pilotato da parte della Marina e Air Force Special Operations Command. Inclinando il rotore in avanti dopo il decollo verticale può volare come un aeroplano,  vola più lontano e ad un costo minore degli elicotteri. Hutmacher, però, ha detto che il V-22 non sembra essere la risposta perché non può volare in hover così come la maggior parte degli elicotteri.

“Io non posso denigrare il V-22”, ha detto Hutmacher. Tuttavia la capacità di Hovering è fondamentale.

Hutmacher ha visto che vi sono due prototipi in grado di volare più velocemente degli elicotteri: il Piasecki X-49A SpeedHawk e il Sikorsky X2. Entrambi sono “elicotteri composti”, che hanno uno strumento in più di spinta in avanti. Composti sono stati studiati per decenni, ma nessuno è andato in produzione, in parte perché il peso degli accessori supplementari utilizzati per la spinta riduce il carico utile.

Il SpeedHawk, una versione modificata del Sikorsky SH-60F Sea Hawk con una spinta vettoriale, potrebbe essere pronta per prima. Piasecki sta sviluppando SpeedHawk: “si potrebbe utilizzare questa tecnologia entro cinque anni”, afferma John Piasecki, presidente. Il dimostratore SpeedHawk ha volato 86 ore. Piasecki spera di poter presto raggiungere 215 kt. Applicando la tecnologia per un nuovo progetto si potrebbe produrre un elicottero capace di volare a 270 kt. o più.

Il Sikorsky X2 ha volato invece solo 6,2 ore, e non più velocemente di 106 kt., ma Sikorsky ha dei piani di portarlo a 250 kt. entro questa estate. Sikorsky ha finanziato il progetto, dice Program Manager Jim Kagdis, e non ha restrizioni per raggiungere i suoi obiettivi se la tecnologia evolve come previsto. Anche così, la tecnologia X2 non sarà pronta per prima del 2018.

Foto: Piasecki

Via: AviationWeek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi