Daily Archives: 11 marzo 2010

Dalla Mole decolla la Mostra ‘Il secolo con le ali’

Taglio del nastro del Generale Barale dott. Dealessandri ed al 
cav. Gaffino Rossi

Torino ha uno stretto legame con la storia del volo ed è stata tra le città protagoniste del suo sviluppo; ciò sin dagli inizi, da quando nel 1909 il triplano dell’Ingegner Aristide Faccioli, pilotato dal figlio Mario, decollava da piazza d’Armi e dalla vicina Venaria Reale.
Anche per questo, nel primo week end di apertura, la mostra ‘Il secolo con le ali’, organizzata dall’Aeronautica Militare presso il padiglione ‘G. Agnelli’ di Torino Esposizioni (sede temporanea del Museo Nazionale dell’Automobile), ha registrato oltre 1.000 presenze di visitatori, tra appassionati di ogni età, famiglie con bambini in festa e gruppi di studenti.

La cerimonia di inaugurazione ha avuto inizio alle ore 11 di sabato 6 Marzo, quando il Generale di Squadra Aerea Nello Barale, Comandante della 1^ Regione Aerea di Milano, ha illustrato l’origine ed il contenuto della mostra. "E’ con soddisfazione che inauguriamo la mostra a Torino – ha detto il Generale Barale – che è la culla dell’aviazione in Italia. I primi voli di Faccioli nel 1909, la produzione dei primi motori aeronautici nel vicino stabilimento FIAT, le realizzazioni di Gabrielli, sono solo alcune tra le tappe che mi fanno sentire orgoglioso di essere torinese, per ciò che la Città ha fornito in campo aeronautico… senza dimenticare i primi voli di Caproni del 1910 nella vicina Lombardia".

Successivamente, il Generale Barale ed il dott. Tom Dealessandri, Vice Sindaco della città di Torino, hanno ufficializzato l’apertura dell’esposizione con il classico ‘taglio del nastro’ sulle note della Marcia d’Ordinanza dell’Aeronautica Militare, eseguita dalla Fanfara della 1a Regione Area.

Margherita Hack: “la vita extraterrestre? Assurdo pensare che non esista”

image Margherita Hack non ha dubbi, la vita extraterrestre esiste. Alla vigilia del Festival della scienza a Bologna e mentre nelle librerie il libro della scienziata toscana Libera scienza in libero stato va a gonfie vele lei spiega ad Affari Italiani la possibilità di altre infinite Terre: “Il sole è una stella comunissima. Pensare che le condizioni per la formazione della vita si siano verificate solo sulla terra è assurdo. Sappiamo che ci sono miliardi di pianeti: dal ‘95 a oggi ne abbiamo scoperti oltre 300, sappiamo anche che quasi tutte le stelle (come il sole) hanno dei sistemi planetari quindi è ipotizzabile che ci siano miliardi di terre solo nella nostra galassia. Se contiamo che ci sono miliardi di galassie…

Parla di forme di vita intelligenti? “Certo. Ci sono stelle molto più vecchie del sole che ha 5 miliardi di anni. Quindi è facile che le civiltà extraterrestri siano molto più evolute di noi”.

FAA: ottime previsioni di crescita

image Entro il 2030, la flotta dell’aviazione generale crescerà di circa 50.000 aerei e 52.000 piloti attivi, secondo quanto affermato da FAA questa settimana. Con le previsioni di crescita in tutti i settori – il traffico nelle 35 della nazioni USA con aeroporti più trafficati aumenterà del 60 per cento. "Un sistema di trasporto aereo sicuro e efficiente è di vitale importanza per la salute economica della nostra nazione", ha detto il segretario dei Trasporti Ray LaHood. "Dobbiamo trovare soluzioni a lungo termine che non mancheranno di tenere l’industria aeronautica statunitense competitiva e con lo sguardo rivolto al futuro." Aerei sportivi leggeri dovrebbero aumentare di circa 825 aeromobili all’anno fino al 2013, per poi il ridursi a circa 335 euro l’anno.

Ryanair: Spazi Pubblicitari Sulla Carta d’Imbarco

 Ryanair_Winglets Ryanair ha annunciato che pubblicherà annunci pubblicitari di terzi sulle carte d’imbarco a partire da domani, visto il successo dell’introduzione del check in online al 100%. Questo permetterà agli inserzionisti di raggiungere i 73 milioni di passeggeri Ryanair che stamperanno le proprie carte di imbarco comodamente da casa nei prossimi dodici mesi.

Il nuovo servizio di pubblicità di Ryanair permetterà sia ai marchi globali che locali di raggiungere un pubblico pan-europeo, integrando pubblicità online e cartacea, al fine di dare grande valore alle proprie campagne pubblicitarie. I passeggeri di Ryanair devono consultare le proprie carte d’imbarco in diversi momenti durante il viaggio – quindi gli inserzionisti avranno ripetute opportunità di esposizione.

Le aziende interessate alla pubblicità sulle carte d’imbarco di Ryanair possono contattare Aileen O’Mahony all’indirizzo: sales@airportmarketingservices.com

Record storico di dati per MRO

Alla vigilia del suo quarto anno di servizio, Mars Reconaissance Orbiter (MRO), l’ultimo satellite della Nasa dedicato allo studio di Marte, ha appena tagliato un traguardo storico nella cattura dati: 100 terabit, cento mila miliardi di bit. Oltre  tre volte la quantità di dati raccolta da tutte le missioni spaziali messe insieme, non solo quelle su Marte, ma da ogni missione che ha oltrepassato l’orbita della Luna. Basti pensare che in 100.000 miliardi di bit sono racchiuse più informazioni che in 35 ore di video non compresso e ad altissima risoluzione o in 30.000 canzoni in formato mp3.  “Ciò che colpisce di più non è la quantità di dati in sé, piuttosto la qualità di ciò che essi ci dicono circa i nostri pianeti vicini”, ha detto il Project Scientist del Mars Reconnaissance Orbiter, Rich Zurek, del Jet Propulsion Laboratory Nasa di Pasadena, in California.

“Questa enorme mole di dati significa in termini reali la migliore qualità e dettaglio delle immagini del suolo di Marte mai ottenuto  e, per noi in particolare, la scansione dettagliata del sottosuolo effettuata dal nostro radar SHARAD" commenta a sua volta Enrico Flamini, chief scientist dell’ASI. "MRO ha alzato di molto l’asticella delle capacità di fornire dati per le missioni di esplorazione future.”

Il veicolo spaziale MRO è entrato nell’orbita di Marte il 10 marzo 2006, in seguito al lancio avvenuto il 12 agosto 2005 dalla Florida. Nel 2008 ha concluso la fase scientifica principale della missione e ora sta conducendo ricerche sulla superficie, il sottosuolo e l’atmosfera del Pianeta rosso. Il satellite ha un’antenna parabolica del diametro di 3 metri che utilizza per trasmettere i dati a terra con un flusso di 6 megabit al secondo. La sua dotazione scientifica si compone di 3 fotocamere, uno spettrometro per l’identificazione di minerali, un radar a penetrazione del sottosuolo e una sonda atmosferica.

La possibilità di trasmettere a terra una enorme quantità di dati permette a questi strumenti di osservare Marte con una risoluzione spaziale senza precedenti. La metà del pianeta è stata mappata a 6 metri per pixel e circa l’uno per cento del pianeta è stato osservato a circa 30 centimetri per pixel, quanto basta per distinguere oggetti della grandezza di una scrivania. Il radar, fornito dall’Agenzia Spaziale Italiana, ha “guardato” sotto la superficie del pianeta producendo 6.500 “observing strips”, campionando circa metà del pianeta.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi