British Airways passa ai carburanti alternativi?

image British Airways vuole contribuire all’istituzione di un impianto di biocarburanti da cui ha ipotizzato un accordo per acquisire tutto il carburante che produce il progetto.

Il vettore ha raggiunto l’accordo con la società energetica Solena Group. Secondo l’accordo il nuovo impianto – che sarà probabilmente nella zona est di Londra – utilizzerà biomassa di scarto, altrimenti oggetto di dumping per le discariche, per sviluppare il carburante.

Produrrà circa 73 milioni di litri di carburante all’anno, convertendo i rifiuti in gas ad alte temperature, e quindi in idrocarburi liquidi attraverso il processo Fischer-Tropsch. La conversione creerà anche della nafta. BA ha firmato una lettera d’intenti per l’acquisto di tutti i carburanti dell’impianto, e dice che intende utilizzare il combustibile a partire dal 2014.

"Riteniamo che porterà alla produzione di una reale alternativa sostenibile al cherosene jet", dice il capo BA Willie Walsh. Il vettore ha già promesso di dimezzare le emissioni di carbonio entro il 2050.

Quattro sedi nella zona est di Londra sono tra i siti candidati per l’impianto. Il capo gruppo di Solena Robert Do parla del progetto di conversione della biomassa in "carburanti puliti e rinnovabili", e aggiunge che il processo è "completamente" carbon neutral ".

Via: Flight Global

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi