Incidente per Ethiopian Airlines: nessun sopravvissuto

Aereo si schianta dopo decollo da BeirutTutti morti i 90 tra passeggeri e membri dell’equipaggio a bordo del 737-800 dell’Ethiopian Airlines precipitato a largo delle coste libanesi dopo il decollo dall’aeroporto di Beirut. Al momento, secondo fonti ufficiali, non vi sono sopravvissuti.

A bordo vi erano 58 libanesi (quattro dei quali titolari di passaporti britannico, russo e canadese), 22 etiopi, un iracheno, un siriano e una francese, Maria Sanchez Pietton, moglie dell’ambasciatore di Francia in Libano, Denis Pietton. Alle operazioni di salvataggio partecipano elicotteri e imbarcazioni civili e militari libanesi, coadiuvate da mezzi navali dell’Unifil (forza Onu schierata nel sud del Libano e a cui partecipano anche circa 2.000 caschi blu italiani). Ancora incerte le cause del disastro, dovuto forse ai forti temporali che da giorni si abbattono sulla costa libanese.

Secondo il presidente della Repubblica Michel Suleiman non vi sono atti di sabotaggio. Il ministro dell’istruzione Hassan Mneimneh ha invitato tutte le scuole, pubbliche e private, di ogni ordine e grado, a interrompere le lezioni e a mandare gli studenti a casa. Libano ed Etiopia mantengono da anni importanti rapporti bilaterali grazie anche allo stretto legame tra le due comunità: moltissime badanti e colf in Libano sono etiopi, mentre numerosissimi libanesi hanno interessi commerciali nel Paese del Corno d’Africa, dove sono emigrati nei decenni passati. L’incidente è avvenuto intorno alle 2:30 locali (l’1:30 in Italia): “Dalla torre di controllo di Beirut ci hanno detto di aver perso il controllo con i piloti dell’aereo subito dopo il decollo improvvisamente e senza sapere il motivo”, ha detto il ministro Aridi. Testimoni oculari citati dai media locali affermano di aver visto “una palla di fuoco” cadere in mare. Questo disastro aereo si verifica circa un mese dopo la morte di una sessantina di persone, per lo più marinai, nel naufragio di una nave cargo battente bandiera panamense a largo delle coste libanesi di fronte al porto settentrionale di Tripoli. Allora la causa dell’incidente era stato il maltempo.

Via: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi