Il 2010 inizia a ritmi sostenuti per il 4° Stormo

Numeri importanti per gli uomini del Reparto di Volo di Grosseto in previsione di un eventuale impiego in ambito NRF

Il caccia Eurofighter in dotazione al 4° Stormo di Grosseto

A pochi giorni dall’inizio del 2010, il 4° Stormo di Grosseto ha dato importanti segnali in termini di operatività ed efficienza. In linea con quelle che sono le sempre maggiori aspettative della Forza Armata nei confronti del Reparto maremmano, a tutto il mese di Gennaio 2010 sono state effettuate un totale di circa 200 sortite, per un totale di 260 ore di volo, di cui 130 solo nell’ultima settimana del mese.

Dopo il felice esito della valutazione NATO del Giugno 2009, ed in previsione di un futuro reale impiego in ambito NRF (NATO Response Force) degli assetti dello Stormo, questi numeri sono l’indicatore principe di uno  standard di rendimento ormai consolidatosi su livelli di notevole importanza. Il tutto ovviamente è il risultato di un impegnativo lavoro d’equipe che vede coinvolte tutte le componenti del Reparto di Volo, dal 904° GEA (Gruppo Efficienza Aeromobili) che provvede all’efficienza del sistema d’arma EF-2000, all’Ufficio Operazioni che coordina tutte le attività di volo, sia addestrative che inerenti il Servizio Sorveglianza Spazio Aereo, fino ai Gruppi di volo (IX e 20°) che, con l’apporto dei loro piloti ed ognuno nel rispetto della propria peculiarità (operativa l’uno ed addestrativa l’altro), completano lo sforzo del Reparto intero per il raggiungimento di numeri così rilevanti.

"Nella terza settimana di gennaio, il 4° Stormo ha dimostrato una capacità operativa ed addestrativa senza precedenti. Il numero di sortite generate, il rispetto degli orari, l’efficienza dei velivoli, hanno consentito l’addestramento dei piloti secondo uno standard di assoluta eccellenza” ha dichiarato il Maggiore Andrea Truppo, Capo Ufficio Operazioni.

Di concorde avviso il Maggiore Marco Bertoli, Comandante del IX Gruppo, che pone l’accento sul “contestuale sforzo in termini di QRA -Quick Reaction Alert- ed attività addestrativa”.

Ovviamente soddisfatto il Colonnello Achille Cazzaniga, Comandante dello Stormo, che si è detto “impressionato dalla motivazione e dalla incondizionata disponibilità che tutto il personale ha dimostrato, in un contesto di piena e reale condivisione  di valori ed obiettivi, nell’assicurare un accresciuto volume di attività parallelamente a tutte  le operazioni di Sorveglianza dello Spazio Aereo”.

Il 4° Stormo, insieme al 36° Stormo di Gioia del Colle (BA), pure equipaggiato con caccia Eurofighter, ed al 5° Stormo di Cervia (RA) e  37° Stormo di Trapani, equipaggiati con caccia F-16, è uno dei Reparti che concorrono al Servizio di Sorveglianza dello Spazio Aereo Nazionale assicurando così la difesa dello spazio aereo italiano 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 ed è il reparto dove viene effettuata la transizione dei piloti destinati alla linea Eurofighter.

Comunicato AM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi