Daily Archives: 2 gennaio 2010

JAL lascerà le rotte internazionali?

Japan Airlines lascerà le rotte internazionali nel quadro di un piano che avrebbe ridotto la compagnia aerea più grande dell’Asia ad un semplice vettore nazionale.

All Nippon Airways dovrebbe rilevare tutti i servizi internazionali di Japan Airlines nell’ambito del piano che il governo sta prendendo in considerazione.

Il Ministero delle infrastrutture, dei trasporti e del turismo si oppone alla proposta, ma cita alcuni dirigenti Japan Airlines per dire che non è una cattiva idea.

L’Enterprise Turnaround del Giappone sta lavorando ad un piano di salvataggio per la compagnia aerea da effettuare entro tre anni. Il governo evidentemente teme che un profitto entro tre anni sarebbe irrealizzabile se Japan Airlines mantenesse la sua rete internazionale.

Mentre la ristrutturazione Japan Airlines è una questione urgente, una "crisi di cassa” è il problema immediato. Per fare questo, la Banca di sviluppo del Giappone ha deciso di aumentare i prestiti non garantiti per la società.

La banca di Stato aveva già deciso di dare 100 miliardi di Yen, senza sicurezza, alla compagnia aerea, da cui ha ripreso già 55 miliardi di Yen.

L’Enterprise Turnaround ha evocato la possibilità di fallimento e di una amministrazione controllate nella riorganizzazione della Japan Airlines con i creditori. Lo stock è sceso al minimo storico di questa settimana.

Via: AviationWeek

Ryanair e problema sicurezza: è necessario chiudere al traffico civile l’aeroporto di Ciampino

L’ennesimo gioco della parti è in corso tra Ryanair e ENAC.
ENAC si accorge solo ora che Ryanair non rispetta la legge italiana sui documenti di identità riconosciuti all’interno del Paese. Se ne accorge dopo “anni” (dice Ryanair) che tranquillamente non veniva rispettata tale legge dalle regole di imbarco di questa compagnia, senza che ENAC dicesse nulla. Ryanair ora protesta perché ritiene che non rispettare le leggi italiane sia un suo diritto.

E’ una questione di sicurezza del volo non rispettare le leggi  italiane, dice Ryanair, e ENAC, prontamente, ha convocato per il 7 gennaio la compagnia e il comitato interministeriale sicurezza del trasporto aereo, per valutare se le leggi della nostra Repubblica vadano rispettate oppure no.

Benissimo! Se il problema è la sicurezza, noi chiediamo che nell’incontro del 7 gennaio venga  discussa la necessità, per motivi di sicurezza, della completa chiusura al traffico civile dell’aeroporto di Roma Ciampino. Primo, perché la grande quantità di atterraggi e decolli a poche decine di metri dalle case dove abitano migliaia di cittadini mette a rischio la loro salute e incolumità (come dimostrato dai recenti incidenti che hanno visto coinvolta anche Ryanair).

Secondo, perché a causa dell’orientamento della pista di volo di Ciampino che punta dritta al cuore della città di Roma, tutti gli aerei in atterraggio e decollo passano a poche centinaia di metri da tutti i principali obiettivi sensibili, sia civili che religiosi, della Capitale d’Italia. In atterraggio, attraversando a bassa quota la città da Villa Ada a Capannelle. In decollo, puntando dritti verso la Residenza Papale di Castelgandolfo. In questo modo verrebbe anche rispettata la legge italiana ed europea contro l’inquinamento acustico, totalmente non rispettata in questo aeroporto (come denunciato da ARPA Lazio).

In questo modo verrebbe tutelata la salute di migliaia di cittadini esposta a gravi rischi dal traffico oltre i limiti di legge di questo aeroporto (come denunciato dallo studio S.E.R.A. del Servizio epidemiologico regionale). In questo modo si renderebbe giustizia agli oltre 450 cittadini che si sono rivolti alla Magistratura per chiedere il rispetto della legge in questo aeroporto.

www.comitatoaeroportociampino.it

I primi avvistamenti UFO del 2010 partono dall’Australia

Come il giorno e di conseguenza il nuovo anno inizia nell’Oceano Pacifico e si muove da est verso ovest, non è sorprendente che i primi rapporti di avvistamento UFO per l’anno 2010 dovrebbero provenire da Australia o dalla Nuova Zelanda.

Tecnicamente il nuovo anno incomincia nella piccola isola-nazione di Kiribati, popolazione 100.000 abitanti. Sembra, tuttavia, che Kiribati non ha molto da dira sugli avvistamenti UFO.

Il filmato qui sotto, che a quanto pare è stato girato in Australia occidentale, potrebbe essere più precisamente descritto come uno degli ultimi avvistamenti per il 2009 piuttosto che un primo avvistamento per il 2010. Il clip tuttavia sembra essere il primo pezzo di riprese molto recenti effettuate nel nuovo anno.

 

Via: Allnewsweb

Informazioni per i passeggeri in partenza per gli Stati Uniti

Alitalia informa che in ragione delle misure aggiuntive di sicurezza applicate per i voli in partenza per gli Stati Uniti, si raccomanda ai passeggeri in partenza per gli USA di presentarsi ai banchi di accettazione almeno 3 ore prima l’orario previsto del volo. Alitalia raccomanda inoltre di presentarsi per tempo alle uscite di imbarco e di ridurre al minimo indispensabile il bagaglio a mano. Al momento del check-in verrà offerta a tutti i passeggeri la possibilità di imbarcare in stiva il bagaglio a mano senza alcun costo anche nel caso in cui tale bagaglio dovesse eccedere la franchigia consentita.

Per maggiori informazioni consultare il sito Internet www.alitalia.it

Comunicato Alitalia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi